Über Notlicht | 16. Ottobre 2017

Quando ogni secondo conta, l’orientamento è essenziale

Gli incendi sono situazioni di emergenza in cui le persone necessitano di aiuto. Il fumo si diffonde ad una velocità fino a 10m/s. Il 95% delle vittime di incendi subisce intossicazione da fumo perché non è in grado di lasciare l’edificio in tempo. Ciò significa che il problema più grande durante un incendio è il fumo e non il fuoco stesso. Ma come si sviluppa il fumo normalmente e come influisce sugli apparecchi per le vie di fuga?

Il fumo sale verso il soffitto saturando progressivamente l’ambiente e conseguentemente l’illuminazione generale così come quella di emergenza sparisce molto rapidamente dietro un denso strato di fumo. I pittogrammi segnaletici sui pannelli di fuga risultano appena riconoscibili.
Per quanto le norme insistano nel prevedere l’installazione di apparecchi di illuminazione e segnalazione d’emergenza ad almeno 2m di altezza, l’esperienza suggerirebbe di prevedere segnaletiche della via di fuga per l’orientamento a pavimento perché per più tempo chiaramente visibile. Il classico sentiero luminoso! Per una maggior percezione visiva inoltre, si dovrebbero prevedere apparecchi di segnalazione con la funzione flash integrata così da facilitare l’individuazione delle uscite di sicurezza durante l’evacuazione in caso di fumo intenso o in ambienti molto grandi.
Test eseguiti ne nostro laboratorio interno hanno chiaramente mostrato, che grazie alla funzione flash adattiva negli apparecchi di segnalazione le uscite di emergenza sono meglio percettibili e quindi possono essere trovate più facilmente